Chi sono

Ciao a tutti…

STELLA

Sono Stella, da quando avevo 12 anni la mia famiglia ed io ci siamo trasferiti da Parigi in Italia, direi che, per molti versi, mi sento più Italiana che Francese!!!! Ho sempre vissuto in città: 18 anni a Milano e 20 a Roma e ho conosciuto la Maremma negli anni ’80, grazie ai miei genitori che avevano comprato una casa a Pereta (piccolo Borgo a 9 km da Magliano in Toscana).

E’ da allora che è nato il mio “sogno nel cassetto”, vivere in campagna e avere un casale dove ospitare amici e amici di amici. A fine 2010, stufa di stare in città, sono riuscita a comperare questo podere, tutto da ristrutturare. L’intenzione era quella di creare una casa accogliente dove amici e ospiti potessero venire in vacanza per conoscere la Maremma. E cosi è nato l’agriturismo Locanda dei Cavalieri. La mia Maremma l’ho lasciata per una breve parentesi inizio 2016, quando mia sorella, rientrata anni prima a Parigi, mi ha chiesto di aiutarla ad aprire lì un ristorante italiano …..le mancava la cucina italiana. Giusto il tempo di trovare delle persone che avrebbero gestito l’Agriturismo al posto mio (motivo per il quale leggete delle recensioni con il nome di Michela e Stefano) e parto  per questa nuova avventura parigina! 

Sono quindi tornata nella mia città natale e ho aiutato mia sorella ad aprire “Ancora Tu“, ristorante italiano a Parigi, con una cucina genuina e casalinga come piace a noi, prodotti italiani e tutto fatto in casa, dall’antipasto al dolce! Bene, per un italiano non c’è niente di straordinario, ma per un francese è come stare in Italia!. Ora come allora lo staff si compone di donne e per lo più italiane. Quando varchi la porta del ristorante “Ti senti in Italia”: niente carbonara con la panna o tagliatelle stracotte come contorno alla carne!!! Come mangiano male sti Francesi!!!

Non mi posso considerare una cuoca perché non ho mai frequentato nessuna scuola di cucina, in compenso mi piace mangiare bene! Chi l’avrebbe detto che un giorno sarei finita in cucina…. lì, e mi sono accorta, che la cucina di un ristorante non ha niente a che vedere con la cucina di casa, è molto più semplice per certi versi, ma molto più faticosa!

E’ stata un’esperienza bellissima, con mia sorella, che adoro e che mi ha permesso di vivere a Parigi che avevo lasciato a 12 anni! Perché non tornata? allora vi chiederete. Detto tra noi, mi mancava “la Maremma” il suo mare e la sua campagna! Forse sarei rimasta un po’ più di tempo per vivere e godere quella città cosi affascinate di cui mi porto dentro lo spirito….

american staffordshire terrier

Ho ripreso la gestione dell’Agriturismo a marzo 2018 che, come avrete già letto, ha 3 camere con bagno e 2 camere comunicanti con un bagno in comune, e può accogliere un massimo di 10 persone.

Vivo con una coccolona di Americanstaff:  “Biba“! Qui i cani sono i benvenuti e volendo potete anche venire in vacanza col vostro cavallo. 

Fra i passatempi che mi divertono di più, ci sono i lavori manuali e troverete molte cose fatte da me: in tessuto, in legno, nonché tappezzerie ecc.. Quest’inverno ho anche frequentato un corso sui “saponi fatti in casa”, quindi via tutti i saponi industriali. Dobbiamo diventare ecologisti in tutto e per tutto per salvare il nostro pianeta!

Vi invito a passare un weekend diverso dove, oltre alle bellezze naturali del luogo: Mare,Parchi, Oasi WWF e le suggestive Terme di Saturnia; sono in programma tante attività: Workshop fotografico, “come farsi in casa”….la pasta, il pane, la pizza e un salutare sapone naturale …. nonché un corso di yoga!

La grande novità in assoluto di quest’anno è la proposta di approfondire la “relazione uomo-cavallo”, Luca, ospite da me con i suoi cavalli, ha strutturato un percorso di apprendimento adatto ad un pubblico giovane e adulto con o senza esperienza nel mondo equestre, con l’intento di far conoscere come relazionarsi con i cavalli con naturalezza, capire i loro segnali e molto altro ancora.

Adesso che sapete quasi tutto su di me Vi aspetto con Biba per una vacanza in Maremma!

Breve storia sulla Maremma

Una breve storia sulla Maremma e sui Casali dell’Ente Maremma

Una vecchia canzone popolare recitava “Tutti mi dicono maremma e me pare una Maremma Amara …….” e concludeva con “sia maledetta tu Maremma”

Certo, che in passato la Maremma non era un bel posto per vivere, era una zona molto paludosa e insalubre con casi di malaria ovvero mala-aria ed altre febbri. Questo induceva la gente ad abbandonare la Maremma, i proprietari terrieri rimasti d’estate si traferivano in collina verso Scansano, questo fenomeno fecce nascere la pratica dell’estatura.

Poi con l’arrivo di Leopoldo II Asburgo-Lorena la storia cambiò: inizio la Bonifica, bisognava dare nuova vita al territorio della Maremma. L’obbiettivo era creare un’aera dove si potesse vivere bene facendo diventare l’agricoltura l’attività predominante. L’opera di bonifica terminò negli anni 50 e con la Riforma Agraria la terra divenne di nuovo produttiva. Read More